Imparare giocando

I Principi dell’educazione

La didattica utilizzata ha come base il gioco, in quanto attività' spontanea, naturale fonte di piacere.

Il gioco è , infatti, uno dei principali motori delle azioni di ogni bambino, anche per tutto ciò che sviluppa

la sua capacità di relazione sociale. Attraverso il gioco, il bambino impara a conoscersi e a sperimentare, associando liberamente anche l'adesione e l'accettazione delle regole che il gruppo si dà per giocare.
Il gioco, se vissuto quale attività al servizio dell'educazione, sottopone le facoltà fisiche e intellettive del bambino a un costante controllo: stimola reazioni concrete che ne evidenziano le effettive capacità, mettendo in luce le possibilità di cui può avvalersi per stabilire validi rapporti armonici tra il proprio IO e l'ambiente che lo circonda, a contatto del quale deve impostare tutta la sua esistenza.

Questo progetto si pone come finalità primaria quella di un'accoglienza dei bambini in una situazione funzionale al loro sviluppo psico-emotivo, motorio, cognitivo e alla maturazione di proprie competenze nei rapporti interpersonali.

La nostra scuola abbraccia le più moderne linee guida e i più noti principi della pedagogia e della psicologia, che vedono il gioco come l'attività trainante per l'acquisizione di tutte quelle esperienze funzionali, relazionali, tattili e cognitivi indispensabili per un corretto sviluppo dell'Io.